Per il futuro
Donne e cooperazione
Agricoltura sociale
Nelpaese.it
Quotidiano Online Legacoopsociali

PRATO: IL 13 LUGLIO LA FESTA DEI 20 ANNI DI COOP PANE E ROSE

on . Postato in In primo piano Toscana

laboratorio_panerose_2018.jpgVenerdì 13 luglio al Castello dell'Imperatore di Prato festeggeremo i vent'anni della cooperativa sociale Pane e Rose. Inizieremo con una cena, poi i saluti delle autorità e infine la proiezione di "Il pane, le rose e le storie di domani" un piccolo racconto di questi vent'anni con uno sguardo al futuro.

 

 

 

Il tempo è passato in fretta, nel 1998 eravamo pieni di idee e progetti per le ragazze e per i ragazzi che avevamo conosciuto attraverso l’Associazione Gabbiano Jonathan, dove tutti i futuri soci fondatori della Cooperativa Pane e Rose svolgevano attività di volontariato nei vari interventi educativi dell’associazione. La sede, però, era spesso anche un luogo di ritrovo e di svago per noi stessi, dove insieme a Fulvio Silvestrini, Presidente del Gabbiano, parlavamo di cultura, politica e problemi della città di Prato.

Già dall’anno precedente alcuni di noi avevano cominciato a maturare la voglia di far diventare quei progetti di volontariato un vero e proprio lavoro, senza sapere bene e di preciso cosa fare, ma soprattutto come farlo. L’idea di costituire una cooperativa venne fuori nelle interminabili riunioni serali, probabilmente dopo aver mangiato una pizza insieme. Erano anni ancora importanti sul piano dell’attenzione alle tematiche del disagio giovanile. Da poco era stata approvata la legge 285, di Livia Turco, che promuoveva la realizzazione di progetti socio-educativi finanziando comuni e province. Ma la discussione più accesa fu sul nome da dare alla cooperativa. Confesso che l’idea del nome non fu mia… il merito è di Carmine Torchia, che appunto in una di quelle calde serate estive del 1998 propose il nome di Pane e Rose. Sinceramente, all’inizio, sembrava un po’ ridicolo, ma piano piano le motivazioni semplici e nello stesso tempo profonde alla base della proposta ci convinsero: dare un lavoro concreto e stabile con cui mangiare (Il Pane), ma anche fare una cosa bella per la nostra città (Le Rose). Dopo una dura votazione, il nome vinse su altre proposte, e con questa scelta ci presentammo il 13 luglio presso il notaio Balestri per la firma dell’atto costitutivo. Il giorno dopo, l’articolo del giornale che dava la notizia della nascita della nostra cooperativa ci diede subito ragione rispetto alla decisione presa nei giorni precedenti: “Nasce una nuova cooperativa sociale a Prato per occuparsi di adolescenti: Pane e Sale!”

Oggi, dopo venti anni, vorremmo ringraziare le tante colleghe e i tanti colleghi che quotidianamente hanno collaborato alla creazione di un'azienda come la nostra: entusiasmo e responsabilità hanno sempre guidato il lavoro di tutti, senso di appartenenza alla nostra cooperativa, ma anche a Legacoop, ai nostri Consorzi di riferimento, Metropoli e Pegaso, così come la continua spinta alla ricerca di innovazione e di collaborazione con altre cooperative e le reti delle stesse. Ma la cosa che ci deve maggiormente soddisfare è pensare a quante famiglie, a quante persone, giovani, bambini, anziani abbiamo accolto nei nostri servizi, con attenzione all'individuo ma anche al gruppo di provenienza. Parallelamente, quanti posti di lavoro abbiamo creato e quante famiglie oggi riescono ad avere un po' di quel 'pane' e speriamo anche delle 'rose' che abbiamo pensato venti anni fa. 

Marco Paolicchi - presidente coop sociale Pane e Rose

 

 

Legacoop sociali nel territorio

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Liguria Lombardia Piemonte Aosta Trentino Veneto Friuli Calabria Sicilia

Partnership

abitare e anziani cecop cooplavoro diesis iris network