Per il futuro
Donne e cooperazione
Agricoltura sociale
Nelpaese.it
Quotidiano Online Legacoopsociali

GESCO, ARRIVA AMICAR: UN NUOVO SERVIZIO PER ANZIANI E DISABILI

on . Postato in In primo piano Campania

A Napoli arriva Amicar, il nuovo servizio di trasporto a chiamata per persone disabili e anziane Un servizio accessibile che rispetta la Convenzione Onu: a promuoverlo il gruppo di imprese sociali Gesco attraverso l'associazione Farsi Strada

 

 

 

 

 

 

NAPOLI, 3 luglio 2015 – A Napoli arriva Amicar, il servizio di trasporto e di accompagnamento su prenotazione promosso dall'associazione Farsi Strada del gruppo di imprese sociali Gesco. Presentato oggi all'Opera Cafè Scaturchio di Napoli, Amicar è pensato per agevolare la mobilità e migliorare la qualità della vita di persone disabili, anziane o con limitata autonomia, offrendo a cittadini e turisti un servizio innovativo e conveniente.

A spiegarlo è stato il direttore del gruppo di imprese sociali Gesco, Sergio D'Angelo: «Si tratta di un servizio originale non alternativo al pubblico, pensato per accompagnare i disabili al cinema, al teatro, a una serata con gli amici. A Napoli vivono circa 80 mila disabili che non hanno vita facile, a partire proprio dai trasporti. Noi abbiamo provato a sostenere la costituzione di un'associazione tra utenti, familiari e volontari che vogliano contribuire a realizzare un'iniziativa capace di dare una soluzione collettiva a problemi individuali, nel tentativo di abbattere non solo barriere architettoniche e sociali, ma anche economiche».

Amicar ha costi molto contenuti. Una corsa per il trasporto urbano costa 20 euro e la prima può essere prenotata in maniera gratuita telefonando al numero 081 6028779 attivo 24 ore su 24. Si parte con 4 automezzi adeguatamente attrezzati per ospitare in maniera confortevole e sicura i passeggeri con esigenze speciali, grazie alla presenza di personale altamente qualificato (operatori socio assistenziali). Saranno impiegate per il momento 10 persone, tra autisti e operatori socio-assistenziali, uomini e donne, ma si guarda già ai prossimi obiettivi. «Da qui a un anno contiamo di diminuire la tariffa con l'aiuto di sponsor e raddoppiare la flotta» ha annunciato stamattina D'Angelo.

Il servizio parte il 13 luglio 2015 e prevede, su richiesta, anche la possibilità di usufruire dell'ausilio di un operatore che agevoli gli spostamenti dall'abitazione alla vettura fino al luogo di destinazione finale. «Quello di oggi è un segnale in controtendenza – ha dichiarato Rosario Stornaiuolo, presidente di Federconsumatori Campania - La crisi economica non ha fatto altro che tagliare tutti i fondi e questo servizio è un piccolo tassello di quello che va costruito per rendere più semplice la vita alle persone che hanno difficoltà e un'autonomia limitata, senza contare che riesce anche a dare anche lavoro».
«Napoli non è una città accessibile e la mobilità è uno dei temi principali su cui si gioca la cittadinanza. Amicar è un progetto utilissimo e importante soprattutto perché rispetta la Convezione Onu sui diritti dei disabili che afferma che la disabilità non è una condizione soggettiva ma oggettiva, cioè determinata dall'ambiente e dalla società in cui si vive - ha sottolineato Giampiero Griffo, responsabile della Sezione sulle diversità della Biblioteca Nazionale di Napoli e membro dell'esecutivo di Disabled Peoples' International (DPI) – Grazie a questo servizio Napoli potrà finalmente avvicinarsi agli standard delle altre città italiane».

Legacoop sociali nel territorio

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Liguria Lombardia Piemonte Aosta Trentino Veneto Friuli Calabria Sicilia

Partnership

abitare e anziani cecop cooplavoro diesis iris network