Inaugurazione ludoteca Comune di Rocca di Mezzo

on . Postato in In primo piano Abruzzo

Alla realizzazione dell’opera hanno contribuito Boorea, Legacoop Reggio Emilia e i lavoratori di numerose cooperative reggiane – che avevano devoluto un’ora del loro lavoro per il sostegno alle vittime del terremoto – con una donazione di 90.000 euro.
Complessivamente la ludoteca è costata quasi 300.000 euro. Al reperimento dei fondi necessari hanno contribuito anche l’Ambasciata del Kuwait, i Comuni di Carbonia, Polverara, Cordenons e Lugano, Ferrovie dello Stato, Swiss Airlines, Monte Paschi Siena e i Vigili del Fuoco.
Al taglio del nastro sono intervenuti il presidente di Legacoop Simona Caselli, il presidente di Boorea Ildo Cigarini e un gruppo di lavoratori di Unipeg e Grandi Salumifici Italiani, che si sono particolarmente impegnati nella raccolta fondi per il Comune abruzzese, e il presidente della Assoii, l’Associazione degli Imprenditori Italiani Svizzeri, Fernando Catalano .
Alla affollata festa inaugurale, presieduta dal sindaco di Rocca di Mezzo Emilio Nusca, ha partecipato anche il prefetto de L’Aquila Giovanna Maria Iurato, che ha esortato gli amici reggiani e italo-svizzeri a non abbondare l’Abruzzo in questa fase della ricostruzione, che è forse la più complicata.
Simona Caselli e Ildo Cigarini hanno confermato la disponibilità delle cooperative reggiane a restare vicine all’Abruzzo, anche con iniziative di promozione e sviluppo cooperativo da tenere a Rocca di Mezzo nella prossima primavera, in occasione del 2012 anno della cooperazione.
La ludoteca, composta da 19 moduli prefabbricati donati al Comune di Rocca di Mezzo dall’Assoii e dal Comune di Zurigo, servirà oltre un centinaio di bambini, sia di Rocca di Mezzo che dei vicini comuni di Ovindoli e Rocca di Cambio, e fungerà anche da centro di aggregazione giovanile. La ludoteca è gestita da una piccola cooperativa sociale del luogo, Il Melograno, con la quale ha collaborato anche la cooperativa sociale reggiana Solidarietà 90.
Rocca di Mezzo si trova a 1.300 metri di altezza nel cuore del parco del Sirente Velino, a 25 km da l’Aquila, e ha circa 1600 abitanti, che diventano 20.000 nella stagione estiva. Il terremoto ha reso inagibili 1400 delle 8000 abitazioni presenti sul territorio comunale.

Partnership

abitare e anziani cecop cooplavoro diesis iris network