E!State Liberi

on . Postato in In primo piano Puglia


Legacoopbund per il volontariato nelle cooperative che gestiscono le terre confiscate alla mafia


Legacoopbund, socia dell’Agenzia Cooperare con Libera Terra, organizza per il pomeriggio di martedì 25 maggio un momento di sensibilizzazione alle attività delle cooperative sociali che gestiscono i beni confiscati alla criminalità organizzata in diverse regioni italiane. Un’azione concreta a favore della legalità è rappresentata della scelta di fare un’esperienza di lavoro e di formazione civile sui terreni confiscati alle mafie e gestiti dalle cooperative sociali di Libera Terra. Nel 2009 sono stati più di 2.000 i volontari della campagna "E!State Liberi", un'esperienza di volontariato che ha fornito un supporto fondamentale alle cooperative e alle associazioni che promuovono il riutilizzo sociale dei beni confiscati alle mafie. L'obiettivo principale dei campi estivi sulle terre confiscate alle mafie è quello di diffondere una cultura fondata sulla legalità e sul senso civico che possa efficacemente contrapporsi alla cultura della violenza, del privilegio e del ricatto. I campi, oltre che ai lavori nei terreni, insieme agli operatori delle cooperative, prevedono sessioni di studio e informazione sulle tematiche della lotta alle mafie. Le cooperative dove si svolgono i campi di volontariato si trovano in Sicilia, Calabria, Puglia, Campania, Sardegna, Lazio e Piemonte e i lavori che si eseguono vanno dalla raccolta dei pomodori e delle melanzane, alla vendemmia, alla risistemazione dei beni spesso distrutti dai clan mafiosi.

Per informazioni su "E!State Liberi": www.libera.it o presso Legacoopbund.
campi_estivi.jpg

Partnership

abitare e anziani cecop cooplavoro diesis iris network