A CASTIGLION FIORENTINO TERZA TAPPA DEI 10 ANNI DELLA "CASA DI PINOCCHIO"

on . Postato in In primo piano Toscana

 

 

 

 

Terzo e ultimo appuntamento del ciclo d'incontri organizzato da Koinè in occasione dei 10 anni della Casa di Pinocchio e del successivo progetto Viva. Strutture, progetti e attività per affermare i diritti dei disabili. Dopo la presentazione del libro fotografico di Graziano Perotti in Consiglio regionale e dopo il convegno di mercoledì a Cortona, venerdì 15 dicembre il confronto, questa volta con scuole e studenti, si sposta al teatro di Castiglion Fiorentino. Titolo: "Disabilità: la conoscenza abbatte i muri".

Comune, Usl e cooperazione ma anche i dirigenti degli istituti della Valdichiana e dell'Ufficio scolastico territoriale si ritroveranno per una riflessione aperta anche al tema dell'alternanza scuola - lavoro. E' in programma la performance teatrale degli ospiti della Casa di Pinocchio, L'infinito, lenti spostamenti del cuore: "la nostra società rifiuta la lentezza classificandola come perdita di tempo; le velocità è un valore, la lentezza è un difetto. Nella disabilità i tempi sono diversi, sono più lenti. I gesti sono più lenti, gli spostamenti sono più lenti. Proprio in quella lentezza che noi rifuggiamo, si trova l'alternativa a una vita spesa senza consapevolezza, nella frenesia che ci porta a non prestare attenzione a noi e gli altri".

Il convegno si aprirà alle 9.30 con i saluti di Grazia Faltoni, Presidente Koinè; Mario Agnelli, Sindaco di Castiglion Fiorentino e di Francesca Marinelli, Usl Toscana sud est. A parlare di alternanza scuola – lavoro saranno la vice Presidente di Koinè, Elena Gatteschi; il dirigente dell'Ufficio scolastico territoriale, Roberto Curtolo e i dirigenti scolastici del territorio: Maria Beatrice Capecchi (Severini di Cortona), Salvatrice Delaimo (Vegni di Cortona), Angiolo Maccarini (Giovanni da Castiglione di Castiglion Fiorentino).

Dall'alternanza scuola – lavoro alla narrazione della disabilità con Stefania Polvani, coordinatrice del laboratorio di medicina narrativa della Usl; Maria Giovanna Fabianelli, dirigente della scuola primaria di Castiglion Fiorentino  e infine Antonella Ganino, operatrice Koinè della Casa di Pinocchio. Quindi la performance L'infinito, lenti spostamenti del cuore e l'aperitivo a cura degli studenti del Vegni e dei ragazzi del Progetto Viva.

(Nella foto: Tatiana del progetto Vita)

 

Partnership

abitare e anziani cecop cooplavoro diesis iris network